comprare casa

Ecco il modulo di richiesta mutuo prima casa per i giovani under 36

235views

Scarica il modulo richiesta mutuo prima casa per giovani under 36 e scopri la nostra guida completa su come compilare e inviare la domanda.

Dal 24 giugno è possibile inviare la domanda per richiedere le agevolazioni sul mutuo prima casa previste dal decreto Sostegni Bis per i giovani under 36. 

In cosa consistono queste agevolazioni? Per i giovani under 36 con un ISEE al di sotto dei 40 mila euro che vogliano acquistare la prima casa, è possibile richiedere una garanzia statale che copre l’80% della quota capitale del mutuo

Non solo, accanto alle agevolazioni sul mutuo del Fondo di Garanzia, il decreto Sostegni bis cancella le tasse per i giovani che acquistano la prima casa. In particolare, l’esenzione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, rappresentano un taglio rilevante alle tasse previste in caso di acquisto dell’abitazione principale.

Scopri nel dettaglio in cosa consiste il bonus prima casa giovani, gli aventi diritto e i requisti necessari per ottenerlo sul nostro articolo Bonus Prima Casa Giovani – Al Via le Domande.

Hai tempo fino al 30 giugno 2022 per richiedere il bonus e il fondo di garanzia statale. Cosa devi fare?

Il primo passo è l’invio della domanda. Questa dovrà essere corredata con l’apposito modulo richiesta mutuo prima casa che puoi trovare sul sito della Consap, sul sito del MEF o che puoi scaricare direttamente qui: 

Scarica il modulo richiesta mutuo prima casa giovani under 36

Detto questo, adesso rispondiamo a tutte le domande più frequenti riguardo alla presentazione della domanda e all’ottenimento delle agevolazioni.

Come Compilare il modulo richiesta mutuo prima casa giovani under 36

Nel modulo richiesta mutuo prima casa dovrai inserire le seguenti informazioni: 

  • I dati del richiedente o dei richiedenti nel caso di mutuo cointestato (almeno uno dei due deve avere meno di 36 anni)
  • Il tipo di operazione per cui si richiede il mutuo: Acquisto di un immobile ad uso abitativo, Ristrutturazione ed efficientamento energetico di un immobile già acquistato, acquisto con accollo da frazionamento ovvero la costruzione di una nuova casa.
  • I dati relativi all’unità immobiliare per cui si vuole richiedere il mutuo: l’immobile non deve avere caratteristiche di lusso e non deve rientrare nelle categorie catastali A1, A8 e A9.
  • La dichiarazione di non essere proprietario di altri immobili a uso abitativo «salvo quelli di cui il/i sottoscritto/i abbia/abbiano acquistato la proprietà per successione a causa di morte, e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli. 

 

Come presentare la domanda per ottenere il Bonus Prima Casa Giovani

Per completare la domanda, dovrai infine allegare al modulo anche l’ISEE dell’acquirente (o degli acquirenti) e la copia di un documento d’identità.

Ricorda che hai tempo dal 24 giugno 2021 fino al 30 giugno 2022 per presentare tutta la documentazione direttamente alla banca presso cui hai richiesto il mutuo. 

Fai attenzione, dovrai scegliere una delle banche che aderiscono all’iniziativa per ottenere le agevolazioni. Sono ad oggi 215 le banche aderenti, puoi trovare la lista completa sul sito della Consap.

NB: per chi ha un ISEE superiore a 40.000 euro, la garanzia del Fondo resta al 50% della quota capitale. Inoltre, un’ importante novità introdotta dal Decreto Sostegni Bis è che non occorre più un contratto di tempo indeterminato per accedere al fondo.

Hai bisogno di ulteriori fondi per acquistare la tua prima casa? Scopri anche come funziona l’anticipo TFR per l’acquisto della prima casa!

 

In quanto tempo si conclude la procedura

Consap, entro 20 giorni dall’invio della documentazione da parte della banca, comunica alla stessa l’ammissione alla garanzia.

A questo punto, la banca ha 90 giorni per comunicare a Consap il perfezionamento del mutuo garantito o la mancata erogazione del mutuo (in questo ultimo caso la garanzia decade).

La banca può decidere se concedere o meno il mutuo e se fare ricorso alla garanzia del Fondo. Inoltre, le banche si impegnano inoltre a non chiedere garanzie aggiuntive (non assicurative) oltre all’ipoteca sull’immobile e alla garanzia fornita dallo Stato.

Nel caso in cui la banca conceda il mutuo e il ricorso alla garanzia, potrai chiedere in ogni momento la documentazione attestante l’avvenuto invio della domanda a Consap. Appena andata a buon fine l’intera procedura, riceverai immediatamente l’erogazione del mutuo.

 

Cosa succede se non paghi le rate del mutuo?

Se le rate del mutuo non vengono pagate, il Fondo potrà coprire fino all’80% della quota capitale della rata, purché l’ammontare del finanziamento sia superiore all’80% del valore della casa. 

In un secondo momento, tramite l’Agenzia delle Entrate Riscossione, sarà il Fondo di Garanzia a chiedere senza interessi al mutuatario la quota anticipata.

Ora sei pronto definitivamente ad ottenere le tue agevolazioni sull’acquisto della prima casa. Ti sono stati utili i nostri consigli? Scopri anche la nostra mini guida per l’acquisto dell’immobile dei tuoi sogni!

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.