Ristrutturare CasaValore Immobile

Quanto vale una casa riqualificata?

70views

Nel testo che segue tratteremo un argomento di strettissima attualità: ossia come una casa riqualificata possa modificare il proprio valore. 

Dopo aver parlato del perché riqualificare un immobile e di come si possa approfittare degli incentivi, tratteremo nel dettaglio l’impatto della riqualificazione sul valore immobiliare. 

Concluderemo con alcuni consigli in merito. 

Perché riqualificare casa

È probabile che anche tu, come molte altre persone, ti sia chiesto molte volte se sia il caso o meno di riqualificare casa, soprattutto per quanto riguarda l’impatto delle ristrutturazioni sul valore immobiliare. 

Il primo motivo che dovresti considerare è che attraverso una buona ristrutturazione potrai ottenere un miglioramento della classe energetica, con un conseguente risparmio energetico oltre ad un diretto incremento del valore.

Considera che due case simili per metratura, struttura e posizione, hanno un valore nettamente diverso se le loro classi energetiche sono differenti. 

Oltre all’aumento del valore di vendita, un altro motivo per pensare di riqualificare casa risiede nell’aumento della sostenibilità. 

Questo aspetto non solo è significativo per te, se hai a cuore l’ambiente, ma potrebbe essere un motivo di interesse maggiore per un potenziale acquirente.

Riqualificare per motivi finanziari ha anche un’altra considerazione a sostegno. 

Gli incentivi per la riqualificazione

Grazie agli incentivi messi a disposizione dallo Stato in questi ultimi anni, secondo quanto afferma il Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica presentato da Enea (l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), sono stati realizzati circa 420 mila interventi di riqualificazione energetica, con un conseguente risparmio di oltre 1300 GWh/anno.

Tra gli incentivi che si prestano ad essere usati per la riqualificazione energetica in questo momento, rientrano il Superbonus 110%, l’Ecobonus e il Sismabonus. 

Un dato importante che emerge dal rapporto citato è che grazie agli ultimi due incentivi menzionati, si sta favorendo la riqualificazione energetica e la messa in sicurezza di interi quartieri prima immersi nel degrado, consentendo ad esempio di intervenire su grandi condomini costruiti tra gli anni ‘50 e ’70, nei quali non si era mai intervenuti per migliorare il risparmio energetico. Attraverso questi miglioramenti si ipotizza di arrivare a generare risparmi fino al 60% dei consumi; sicuramente un ottimo obiettivo.

Il valore di una casa riqualificata

A questo punto ti starai chiedendo di quanto aumenti effettivamente il valore di un immobile dopo esser stato sottoposto ad interventi per la riqualificazione. 

Per arrivare ad una valutazione obiettiva, dobbiamo comparare il mercato degli immobili in buono stato (completamente ristrutturati) con il mercato degli immobili da ristrutturare. 

Servendoci dei dati che forniti da Nomisma, possiamo osservare che in tutte le città prese in esame la differenza è tangibile. 

Palermo si rivela essere la città in cui la differenza è notevole in tutte le zone, dalla periferia al centro; infatti i valori dati dalle riqualificazioni risultano essere superiori del 34,6% per gli immobili siti in periferia e del 34,1% per gli immobili siti in centro. 

In altri termini potremmo affermare che un immobile riqualificato in questa città aumenti di più di un terzo il proprio valore.

La crescita di valore nelle varie città dipende anche dalla posizione dell’immobile; in alcune città aumenta maggiormente nelle periferie in altre nel centro, in altre ancora in zone considerate alla moda, indipendentemente dalla posizione. 

Spostandosi a Roma la situazione è analoga come percentuale di incremento a quella di Palermo; considera che una casa riqualificata nel quartiere San Lorenzo accresce il suo valore di circa il 32%, che considerati i prezzi in zona, equivale a quasi ottantamila euro. 

Inferiore, ma ugualmente importante, il valore delle riqualificazioni a Milano; una casa ristrutturata in zona Wagner-De Angeli, aumenta fino al 22%.

Come riqualificare la tua casa?

Appurato che la riqualificazione di una casa datata potrebbe essere la scelta più oculata, scopriamo quali sono gli interventi mirati che potrebbero valorizzare il tuo immobile. 

Le ristrutturazioni e gli interventi che potresti effettuare sono tantissimi e possono essere sostanziosi e costosi; possono essere però anche interventi più economici, ma che comportano comunque un miglioramento della classe energetica. 

Tra gli interventi per rendere la casa più efficiente possiamo citare ad esempio l’installazione di pannelli fotovoltaici o l’inserimento del cappotto nell’involucro edilizio per aumentare l’isolamento fra l’ambiente interno da quello esterno così da contenere la dispersione di calore.

Oltre ai grossi interventi però è possibile ottenere miglioramenti sensibili anche con interventi meno costosi e invasivi; per farti alcuni esempi potresti considerare la sostituzione dei serramenti, delle caldaie vecchie con quelle di ultima generazione.

In conclusione, anche in merito a quello che ti abbiamo spiegato con questo testo, possiamo concludere che la scelta di effettuare lavori per riqualificare una casa datata potrebbe davvero essere la scelta giusta, soprattutto in questo momento in cui esiste ancora la possibilità di approfittare degli incentivi.

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.